Giuseppe Biesuz (ex Trenord) dichiarava "laurea mai conseguita"

Finisce indagato anche per falso (oltre che per bancarotta di Urban Screen) l'ex direttore generale di Trenord: millantava laurea in economia a Venezia, ma aveva lasciato gli studi

Giuseppe Biesuz

Giuseppe Biesuz, direttore generale di Trenord dal giugno 2008 all'arresto (per il crac di Urban Screen), non avrebbe mai conseguito la laurea, sebbene sul suo curriculum si legga che è laureato in economia e commercio alla Ca' Foscari di Venezia. Oltre all'accusa di bancarotta ora dovrà rispondere anche di quella di falso.

Da Ca' Foscari hanno fatto sapere che Biesuz risulta iscritto dal 1983 ma che dal 1986 si è trasferito a scienze politiche a Padova, come scrive Repubblica. Anche qui però non risulta laureato. Da direttore generale di Trenord Biesuz ha percepito 275mila euro all'anno più un bonus di 50mila euro al raggiungimento degli obiettivi, oltre all'auto aziendale e i buoni pasto. Il posto di dg l'aveva ottenuto tramite concorso.

Quindi Biesuz non aveva i titoli di studio necessari per partecipare al concorso per Trenord. Ma non solo: essendo Trenord quotata in Borsa, il testo unico della finanza esclude i pregiudicati dalla possibilità di amministrarla. Biesuz dichiarò nel 2008 di rientrare "nei canoni di onorabilità richiesti", ma in realtà aveva collezionato otto condanne lievi, al massimo fino a 30 giorni di carcere e con pena sempre sospesa, a partire dal 1991 per omessa denuncia contributiva.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento