Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Vandali in azione, Trenord "blocca" le biglietterie automatiche

Ennesimo atto vandalico a Greco-Pirelli la scorsa notte. Trenord "scoppia": chiuse tutte le biglietterie automatiche delle stazioni milanesi, tranne Centrale. Biesuz: "Assurdo, danni da 20mila euro a volta"

L'ipotesi più probabile è che i "maldestri" ladri tentino di rubare monetine e banconote. Ma è un vano tentativo. Le biglietterie automatiche di Trenord sono come "cassaforti": per mettere mano al denaro bisognerebbe avere l'abilità di accedere al caveau di una banca svizzera.

Però si rompono. I vandali non rubano nulla, ma, danneggiandole, le mettono fuori uso. Per Trenord sono "botte" da 15mila euro. L'altra notte a Greco-Pirelli l'ennesimo episodio vandalico: è il sesto dall'inizio del mese. Giuseppe Biesuz, ad del gruppo, allarga le braccia: "Siamo continuamente costretti a spendere denaro che potrebbe essere investito nei miglioramenti dei servizi per aggiustare le macchinette. Non è possibile. Siamo costretti a chiuderle".

E così è stato fatto. Chiusi i distributori automatici di San Cristoforo, Certosa, Greco Pirelli, Lambrate, Rogoredo, Porta Genova, Porta Garibaldi. Rimangono attivi solo quelli della stazione centrale, dove comunque c'è un assiduo controllo di forze dell'ordine. Fino a che non si troverà una soluzione al problema. Le macchinette, infatti, sofisticatissime, hanno un costo di riparazione alto come la sostituzione vera e propria: in sostanza, se vengono danneggiate, bisogna cambiarle. Con costi enormi per Trenord.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali in azione, Trenord "blocca" le biglietterie automatiche

MilanoToday è in caricamento