rotate-mobile
Cronaca Duomo / Piazza della Scala

Scala, 206mila euro in beneficenza coi biglietti dei politici

I biglietti per il Don Giovanni riservati alle autorità milanesi erano stati messi in vendita: dei 206mila euro raccolti, 75mila sono stati donati agli alluvionati della Liguria

I politici milanesi che hanno rinunciato al proprio biglietto per la prima della Scala hanno di fatto regalato 206 mila euro in beneficenza. I biglietti per la prima del Don Giovanni, in scena il 7 dicembre scorso, destinati alle autorità erano stati venduti nell'ambito dell'iniziativa "La Scala della solidarietà". Centodieci biglietti riservati all'amministrazione, a cui consiglieri, assessori e personalità di Milano hanno rinunciato a scopo benefico. "La Scala sale verso obiettivi più alti, e scende per rendere meno difficile dare solidarietà", ha commentato il sindaco Pisapia.

Con la vendita dei biglietti sono stati raccolti 206mila euro: di questi, 75mila sono stati già versati dall'amministrazione al Comune di Borghetto di Vara, la cittadina ligure colpita in maniera grave dall'alluvione del 25 ottobre scorso. Era stato lo stesso consiglio comunale di Milano, con una mozione di Elisabetta Strada della lista civica per Pisapia, e di Filippo Barberis del Pd.

Questi 75mila euro serviranno per ricostruire la piazza centrale del paesino, mentre i 131mila euro che avanzano saranno utilizzati per ristrutturare sei case nel Milanese per famiglie rimaste senza abitazione e in gravi difficoltà. Gli appartamenti ospiteranno 20 famiglie, a rotazione, per due mesi: l'associazione La Cordata, specializzata nell'housing sociale, si occuperà anche di accompagnare queste famiglie nel percorso che le porterà ad avere una stabilità abitativa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scala, 206mila euro in beneficenza coi biglietti dei politici

MilanoToday è in caricamento