Cronaca

Emergenza neve a Milano: tutti in metropolitana

De Corato parla della nevicata di ieri e trae un primo bilancio delle forze messe in campo da Comune e da Amsa per fronteggiarla. Record di passeggeri giornalieri per la metropolitana: i milanesi hanno lasciato in molti l’auto a casa

Ancora disagi per la circolazione stradale in Lombardia a causa della neve. Il report informativo emesso dalla Sala Operativa della Protezione Civile della Regione Lombardia indica che le precipitazioni riprenderanno nel pomeriggio fino a tarda sera. Da domani in arrivo la pioggia. La situazione attuale è la seguente:

Strade: Il traffico sulla viabilità principale risente delle condizioni meteo generali. Si segnalano incidente sulla A4 all'altezza di Trezzo d'Adda e Cormano in direzione Venezia con rallentamenti del traffico. Ripristinata la viabilità sulla SS494 (Vigevanese) nei pressi di Corsico.

Aeroporti: Malpensa è stato riaperto alle 13 a regime ridotto, continua l'assistenza ai viaggiatori in attesa di imbarco. Linate è aperto a regime ridotto.

Treni: Le Ferrovie dello Stato segnalano alcuni ritardi e soppressioni in Lombardia e una situazione di disagio sulla tratta Milano - Genova causa ghiaccio.

Meteo: Il Comune di Milano in base agli aggiornamenti meteo sta provvedendo a posizionare i propri mezzi spazzaneve e spargisale sulla viabilità di competenza. Non si segnalano criticità particolari.

Si confermano le previsioni per la giornata odierna: a partire da metà pomeriggio si avrà una ripresa delle precipitazioni nevose, con depositi fino a 10-15 cm, più probabili in Provincia di Pavia e, a seguire, su tutta la parte occidentale della Regione (Milano, Como, Varese, Lecco).

Aggiornato alle 17.36 del 22 dicembre


Aalle 15 di ieri pomeriggio fino alle prime ore di questa mattina Milano e la Lombardia sono stati investiti da una tormenta di neve, che ha lasciato sul terreno oltre 20 centimetri di fiocchi bianchi.

De Corato si è detto soddisfatto della risposta di Milano all’appello di muoversi senza i mezzi pubblici, ma non ha risparmiato critiche ai comuni dell’hinterland. Secondo il vice sindaco infatti “i problemi si sono concentrati intorno a Milano, io mi fermo ai confini della città”: i parcheggi di scambio, che si trovano in corrispondenza dei capolinea delle varie metropolitane, risultavano vuoti ieri pomeriggio. Se i milanesi hanno ascoltato l’appello, secondo De Corato, i cittadini della provincia un po’ meno.

La metropolitana ieri ha trasportato un numero record di passeggeri 1 milione e 218mila, 115mila in più del normale. Per quanto riguarda oggi, in circolazione ci sono 1285 mezzi, il 95% circa della flotta.

Per le lamentele dei cittadini, De Corato ha precisato: “Se avessimo potuto mettere uno spargisale e due spalatori per ogni via nessun milanese avrebbe avuto nessun problema: ma non ci sono i soldi per fare questo tipo di operazione (costo stimato in 180 milioni), ci vuole un bilancio comunale 100 volte superiore a quello attuale”.

Il vice sindaco ha poi ringraziato l’esercito per essersi mosso tempestivamente e per l’opera di spalatura che soldati continuano a portare avanti dalle prime ore del mattino.

L’Assessore Massari si è concentrato invece sui numeri di Amsa, che si è occupata della pulizia e della salatura delle strade: “Sono state sparse già 1800 tonnellate di sale e nelle prossime ore (se dovesse nevicare ancora) sono già pronte altre 1500”.

Al momento 1622 persone sono all’opera per conto di Amsa, di cui 145 alla guida dei mezzi per la salatura e la pulizia della strada. Unico inconveniente per l’azienda municipale è stata la mancanza di volontari: su tutti quelli che hanno dato nei mesi scorsi la disponibilità per questo tipo di emergenze, il 65% non ha potuto rispondere alla chiamata perché era impossibilitato a raggiungere i vari punti della città, riducendo così sensibilmente l’organico disponibile sul territorio.

Il video dello sfogo di De Corato:




Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza neve a Milano: tutti in metropolitana

MilanoToday è in caricamento