Cronaca

Boato fortissimo dall'aeroporto di Bresso: c'è un jet privato in pista

Atterraggio insolito ma tutto regolare: il sindaco riferisce che il velivolo ha chiesto e ottenuto l'autorizzazione, ed era una situazione particolare

L'aereo (foto Fb, Stefania Meroni)

Un boato fortissimo, un "rombo" decisamente più forte del normale quello che, lunedì mattina, molti hanno sentito provenire dal piccolo aeroporto di Bresso, a nord di Milano. Uno scalo di solito utilizzato per ben più piccoli e meno rumorosi aerei da turismo. 

La notizia si è subito diffusa sui social network, con tanti residenti che chiedevano spiegazioni e si domandavano che cosa fosse avvenuto. E, su Facebook, è intervenuto anche Simone Cairo, sindaco di Bresso: dopo avere sentito a sua volta il forte rumore, ha chiesto informazioni alla torre di controllo e ha riferito sul social ciò che gli è stato detto.

«Mi hanno spiegato - ha scritto il primo cittadino - che, intorno alle 10.15, c'è stata un'operazione di un velivolo non italiano in transito, che ha chiesto atterraggio e poi decollo. Credo sia una situazione straordinaria. Ho investito Enac della situazione perchè voli simili non sono compatibili con l'ubicazione dell'aeroporto di Bresso. Come amministrazione comunale sosteniamo invece tutti i progetti che coinvolgono la riduzione del rumore come l'introduzione di veivoli elettrici, ibridi o comunque volti ad un minor impatto acustico».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boato fortissimo dall'aeroporto di Bresso: c'è un jet privato in pista

MilanoToday è in caricamento