Cronaca Gorla / Viale Monza

Allarme bomba nella stazione di Sesto Fs: linea metro sospesa fino a Marelli, caos treni

Circolazione regolare sulle altre linee. Treni Trenord nel caos dopo la chiusura della stazione

Immagine di repertorio

Attimi di tensione all'interno della stazione di Sesto Fs, a Sesto San Giovanni (Milano), chiusa per un allarme bomba. Venerdì mattina, tra le 9 e le 9.40 circa, la stazione è stata evacuata dalle forze dell'ordine. Caos per i treni Trenord e per tutti i convogli di passaggio, così come per la linea rossa della metropolitana milanese.

Sarebbe stato un incaricato della pulizia a lanciare l'allarme, dopo aver sentito dei bip sospetti provenire da un cestino. Gli artificieri hanno poi controllato ed escluso la presenza di materiale esplosivo, pare si trattasse di un innocuo dispositivo elettronico lasciato in un contenitore con alcuni giocattoli.

Allarme bomba a Sesto: la situazione della metro

Sul posto sono intervenute le autorità di pubblica sicurezza, segnala l'Azienda trasporti milanesi con un tweet. Chiusa la fermata e quindi sospesa la circolazione della M1 tra Sesto Fs e Sesto Marelli. Chiusa quindi anche Sesto Rondò. Attivati i bus sostitutivi.

La circolazione sull'intera linea ha subito dei rallentamenti mentre le altre - M2, M3 e M5 - hanno funzionato regolarmente. Atm ha continuato ad informare i passeggeri in diretta su Twitter fino al rientro dell'allarme, avvenuto attorno alle 9.40.

Allarme bomba a Sesto: la situazione dei treni

Trenord ha informato i passeggeri con una nota: "A causa dell'intervento delle autorità per accertamenti di sicurezza nella stazione di Sesto San Giovanni la circolazione è momentaneamente sospesa".

Una volta terminata l'emergenza la circolazione dei treni è ripresa. "La circolazione riprende gradualmente con ritardi medi di 30 minuti e possibili variazioni", ha scritto l'azienda sul proprio sito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme bomba nella stazione di Sesto Fs: linea metro sospesa fino a Marelli, caos treni

MilanoToday è in caricamento