menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Niguarda

Il Niguarda

Il boss della mafia pugliese "detenuto" al Niguarda a 700 euro al giorno

E' stato condannato all'ergastolo per tre omicidi. Ma è in sedia a rotelle e non può stare in carcere. E al Niguarda riceverebbe anche visite dall'esterno

Un boss della "sacra corona unita", la mafia pugliese, agli "arresti ospedalieri". Che costa 700 euro al giorno. E' quanto emerge da alcune rivelazioni giornalistiche. L'uomo, Francesco Cavorsi, era rimasto invalido e costretto alla sedia a rotelle. Si trasferì a Milano nei primi anni '90 e - nel 1994 - venne arrestato.

Era diventato un punto di riferimento della Sacra corona unita nel capoluogo lombardo, come riporta Repubblica. Dopo l'arresto e la confessione di ben tre omicidi, è stato condannato all'ergastolo: tuttavia il carcere era incompatibile con il suo stato. Per questa ragione, anziché a Opera o San Vittore, è stato trasferito all'interno del Niguarda.

Nell'ospedale milanese non ha a disposizione una cella bensì una camera tutta per sé, e secondo le indiscrezioni sarebbe libero di girare per i corridoi del nosocomio e, addirittura, di ricevere visite.

Esorbitante poi appare il costo del mantenimento. Si parla di ben 700 euro al giorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento