Cronaca

Bovisa: fingono di aiutare una vecchietta e le rubano la pensione

E' successo nel pomeriggio all'ufficio postale di piazzale Nigra. La donna è vittima avvicinata da una coppia di giovani truffatori che con la scusa di pulirle il cappotto le ha sfilato la pensione dalla tasca

Senza quei 566 euro sarà  un mese più difficile del solito, questo aprile, per la donna di 82 anni che martedì pomeriggio alla Bovisa è stata derubata della pensione che aveva appena ritirato. Uscita dall’ufficio postale del suo quartiere, alla periferia nord-ovest della città, pochi minuti prima delle 14, viene avvicinata per strada da una coppia di giovani truffatori.

Un uomo e una donna. Giovani, eleganti, gentili. “Signora, guardi che ha la giacca sporca. Posso aiutarla a pulirla?”, chiede la ragazza. L’anziana si toglie il cappotto e in un attimo la pensione viene sfilata dalla tasca. Sul momento l’82enne non si accorge di essere stata raggirata, e anzi pensa bene di ringraziare la ragazza che si è offerta di darle una mano. Ma una volta arrivata nell’appartamento della figlia capisce quello che è successo e chiama la polizia.


Da piazzale Nigra, dove ci sono le Poste della Bovisa, a piazza Bausan, dove la donna è stata derubata, ci sono quasi ottocento metri di strada. Difficile stabilire se i due truffatori abbiano seguito la loro vittima lungo tutta via degli Imbriani. E impreciso resta anche l’identikit della coppia. Di sicuro ci sono soltanto quei 566 euro spariti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bovisa: fingono di aiutare una vecchietta e le rubano la pensione

MilanoToday è in caricamento