menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Incendiata la baracca del rom ucciso

Incendiata la baracca del rom ucciso

Morto in rissa, bruciata la sua baracca: "E' un'usanza funebre"

Le fiamme al campo rom di via Idro mercoledì sera

E' stata incendiata la sera del 27 novembre la baracca di Luca Braidich nel campo rom di via Idro. L'uomo era morto durante la maxi rissa al San Raffaele dell'inizio di novembre e i suoi funerali si erano svolti nella provincia di Pavia nei giorni scorsi. Intervenuti i vigili del fuoco intorno alle 20.50 per domare le fiamme: nessun ferito ma i pompieri hanno chiamato le forze dell'ordine.

Gli abitanti del campo hanno riferito che bruciare l'abitazione di un morto è "usanza funebre". Tre persone sono in carcere e tre agli arresti domiciliari in seguito alla maxi rissa. Giovanissimo (18enne) colui che gli inquirenti ritengono responsabile diretto della morte di Braidich. Si tratta di Kevin Deragna, appartenente al clan storico rivale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento