rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca San Siro / Via Fetonte

Rapinato Vittorio Brumotti a San Siro: catturato uno dei due ladri

E' un rom del clan dei Deragna: un operatore di Striscia ha filmato parte della targa dell'auto usata dal blitz e i carabinieri sono risaliti a lui. Che ha ammesso tutto

Risolto il caso della rapina ai danni di Vittorio Brumotti e della troupe di Striscia la Notizia nel quartiere San Siro di Milano, avvenuta lunedì 27 gennaio, di cui lo stesso Brumotti aveva dato notizia tramite Instagram. I carabinieri hanno arrestato uno dei due aggressori: è un rom appartenente al clan dei Deragna, già in via Idro ma da tempo spostato in via Chiesa Rossa a causa dell'acerrima rivalità con il clan dei Braidic.

Brumotti e gli operatori stavano registrando in servizio in via Fetonte quando all'altezza del civico 16 sono stati aggrediti da due uomini, che hanno rubato obiettivi e macchine fotografiche (circa 4 mila euro il valore) per poi scappare a bordo di un'Opel Astra. Un operatore di Striscia ha avuto la prontezza di riflessi di filmare parte del blitz, tra cui un pezzo di targa della vettura: grazie a questo dato, i carabinieri sono risaliti all'intestataria, una donna risultata convivente di Giovanni Deragna, 50enne rom italiano pregiudicato e domiciliato nel campo di Chiesa Rossa.

I militari hanno quindi effettuato un servizio di appostamento nei pressi del campo, fino a individuare l'auto e a fermarla. A bordo c'era appunto Giovanni Deragna. Accompagnato al comando di Porta Magenta (dove peraltro si trovava proprio Brumotti, intento a sporgere denuncia), Deragna ha ammesso la rapina e ha fatto trovare la refurtiva, nascosta dietro alcuni cassonetti di via Chiesa Rossa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato Vittorio Brumotti a San Siro: catturato uno dei due ladri

MilanoToday è in caricamento