menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Strade bloccate (foto Mesa Paniagua)

Strade bloccate (foto Mesa Paniagua)

I "forconi" bloccano mezza Milano: ma nessuno si lamenta

Storia di una protesta "senza pari", che vede gli automobilisti in coda per ore scendere dall'auto e applaudire i manifestanti. Perchè se tutti sono allo stremo, non c'è differenza che tenga

La scena che racchiude il tutto è questa: un automobilista viene fermato dalla polizia locale. Arriva in corso Buenos Aires, vuole proseguire fino in Loreto, ma non si può. I manifestanti bloccano tutto. 

Allora scende dall'auto. Guarda i ragazzi che sfilano, al gelo e alla nebbia, dalla mattina di martedì. E' sera inoltrata. Li applaude. In risposta riceve un altro applauso, e i "forconi" gli chiedono di unirsi a loro. L'uomo deve andare. Sua moglie l'aspetta. Ma con l'animo è lì, tra trattori e balle di fieno.  

Perchè nonostante mezza Milano sia bloccata da due giorni, il Sudmilano è fermo e le tangenziali del Nord accumulano code chilometriche, nessuno si lamenta. O almeno lo fanno in pochi. La "protesta dei forconi" ha poco a che vedere con gli scioperi studenteschi, i lanci di uova in Cadorna, e gli sbuffi di milanesi impettiti che pensano: "Ma andare a scuola, no?". 

Qui, forse, è in gioco qualcosa di diverso. E' in gioco il futuro dell'agricoltura lombarda, con le stalle che si svuotano perchè, per produrre latte, oramai, bisogna pagare, invece che essere pagati. E la Regione Lombardia, secondo i forconi, dà risposte poco convincenti, o almeno non con la dovuta rapidità. 

Al freddo pungente, mentre Milano si avvolge nella più classica nebbia padana, sarà un'altra notte all'addiaccio. Per chi non ha nulla da perdere. Senza temere che i poliziotti indossino i caschi anti-sommossa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento