Ammazzano 20 ghiri uccidendoli con le tagliole (illegali): denunciati due cacciatori

Nei guai due cacciatori, due italiani di 41 e 50 anni, denunciati dai carabinieri

Le tagliole sequestrate

Cacciatori milanesi nei guai. Due uomini - un 41enne e un 50enne, entrambi italiani - sono stati denunciati lunedì dai carabinieri della compagnia di Legnano per il reato di "uccisione di animali nei cui confronti la caccia non è consentita con mezzi non consentiti". 

Per i due i guai sono iniziati quando i militari hanno fermato la loro auto, proprio nel comune di Legnano, per un normale controllo stradale. È bastato un rapidissimo controllo al veicolo per scoprire che la coppia aveva tanto da nascondere. 

Dal bagagliaio della macchina, infatti, sono saltati fuori 20 ghiri morti, la cui caccia è assolutamente vietata. In più i carabinieri hanno anche trovato ben 70 tagliole utilizzate proprio per la cattura degli animali e anche quelle assolutamente vietate. 

Le "armi" dei bracconieri sono state sequestrate, mentre i ghiri sono stati affidati al distretto veterinario Ovest milanese di Parabiago. I due cacciatori sono stati denunciati e saranno multati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento