Prendono a bastonate una cagnolina malata di tumore e la seppelliscono viva: denunciati

È successo a Zanica, in provincia di Bergamo. Denunciati due pensionati di 77 e 83 anni

Immagine repertorio

Hanno preso a bastonate una cagnolina di undici anni fino allo sfinimento e credendola morta l'hanno sepolta in un campo. Era malata di tumore e il suo proprietario voleva sbarazzarsene. Fortunatamente, la cagnetta è sopravvissuta ed è stata tratta in salvo grazie a una passante che ne ha sentito i guaiti e che ha chiamato i soccorsi. È successo nei giorni scorsi a Zanica, in provincia di Bergamo. Gli autori della violenza, due pensionati di 77 e 83 anni, sono stati denunciati per maltrattamento di animali.

"Una vicenda di agghiacciante brutalità che ci costringe a fare i conti con le sacche di crudeltà contro gli animali che continuano ad funestare non solo la Bergamasca ma  tutto il Paese — commenta la presidente nazionale di Enpa Carla Rocchi —. Da Nord a Sud, passando per il Centro, è stato segnato da gravissimi episodi di violenza ai danni di esseri viventi non umani".

"In attesa che il parlamento prenda atto di questa realtà — prosegue Rocchi — e che, come noi chiediamo da anni inasprisca le pene per i delitti contro gli animali, ciascuno di noi di fronte alla terribile recrudescenza degli animalicidi deve fare la propria parte affinché la storia non si ripeta. Per questo, Enpa si costituirà parte civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento