Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Sempione / Viale Giorgio Byron

Milano, pusher in fuga a Parco Sempione: inseguito e atterrato dal cane poliziotto Labor

L'uomo, un 41enne del Senegal, è stato inseguito e arrestato dal pastore tedesco. La storia

Era riuscito a fuggire dagli agenti dopo averli spintonati. Ma, suo malgrado, non aveva fatto i conti con la prontezza e l'addestramento di Labor, che l'ha bloccato senza particolari problemi. 

Un uomo di quarantuno anni, un cittadino del Senegal irregolare e con precedenti specifici, è stato arrestato lunedì mattina a Parco Sempione con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I primi a fermarlo sono stati due poliziotti del reparto Bike, che hanno deciso di controllarlo all'interno del parco meneghino. Quando i poliziotti si sono avvicinati e gli hanno chiesto i documenti, il 41enne per tutta risposta li ha spintonati e si è dato alla fuga. 

Per sua sfortuna, in quel momento a Parco Sempione c'erano anche le unità cinofile della Questura, impegnate in un servizio anti droga. Il conduttore di Labor - un pastore tedesco di quasi cinque anni - si è così messo sulle tracce del fuggitivo e, al momento giusto, all'altezza del campetto da basket, ha staccato il guinzaglio.

Il cane poliziotto si è infilato sotto una siepe, ha raggiunto il pusher e con le zampe, da dietro, lo ha atterrato, tenendolo poi fermo a terra in attesa dell'arrivo dei suoi colleghi. Il 41enne, che è stato immobilizzato da Labor senza riportare neanche un graffio, addosso aveva 56 grammi di hashish, 35 di marijuana e 185 euro in contanti, che avrebbe guadagnato proprio spacciando. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, pusher in fuga a Parco Sempione: inseguito e atterrato dal cane poliziotto Labor

MilanoToday è in caricamento