rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Bussero

Cane ucciso e gettato nel Naviglio Martesana con una pietra al collo: la macabra scoperta

Si tratta di un meticcio privo di microchip. Indagano i carabinieri per trovare il responsabile

Macabra scoperta sul Naviglio della Martesana nel Milanese, a Bussero (Mi), dove alcuni passanti hanno ritrovato la carcassa di un cane nell'acqua. Il corpo dell'animale aveva una grossa pietra legata al collo.

Dopo la terribile scoperta, avvenuta attorno alle 18.30 di martedì, le persone hanno chiamato i carabinieri. Sul posto, all'altezza della Cascina Gogna, sono intervenuti i militari di Cassina De' Pecchi che con il supporto dei vigili del fuoco di Gorgonzola hanno recuperato il cane.

Si tratta di un meticcio di medie dimensioni, era privo di microchip. S'indaga adesso per capire a chi appartenesse l'animale e ritrovare il responsabile.

I gatti uccisi e buttati nel congelatori

Una notizia che fa il paio con quella della killer dei gatti. Una donna avrebbe ucciso due cuccioli di gatto percuotendoli e un terzo mettendolo nel congelatore. È quanto riferisce l'Ente Nazionale Protezione Animali, che ha sporto denuncia nei confronti della killer di gatti A.T., una 41enne originaria di Milano residente a Lecco.

Alla donna, indagata dalla Procura di Lecco per uccisione e maltrattamento di animali, sono stati sequestrati altri quattro cuccioli per evitare che subissero la stessa sorte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane ucciso e gettato nel Naviglio Martesana con una pietra al collo: la macabra scoperta

MilanoToday è in caricamento