menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accumulatrice seriale di cani ne aveva 38 in una stanza, avviata campagna di adozione

I cani, quasi tutti di razza Breton, erano rinchiusi in una stanza, al buio, e malnutriti

È partita la campagna di adozione per 38 cani sequestrati nei giorni scorsi a Marcignago, in provincia di Pavia, ad una donna, un’accumulatrice di cani, che li teneva in pessime condizioni. I cani, quasi tutti di razza Breton, secondo l’Enpa sono stati trovati rinchiusi in una stanza, al buio, malnutriti, ricoperti di feci e urine e con le carni devastate da pulci e mosche. Recuperati dall’ente sono stati affidati al rifugio di Pavia. Stanno lievemente meglio, reagiscono alle prime cure.

Alcuni di loro sembrano essere meno spaventati e più socievoli. In molti sono stati lavati (tranne quelli più impauriti che hanno necessità ancora di qualche giorno per essere tranquillizzati), tutti sverminati e vengono nutriti con un misto umido e monoproteico. Inoltre, il clima fresco di questi giorni sta aiutando moltissimo.

I cani sono stati valutati dagli esperti cinofili del programma Enpa “Rete Solidale” e presto, una volta completate anche le sterilizzazioni, sempre a cura del programma Enpa “Rete Solidale”, saranno affidati alle famiglie adottanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento