rotate-mobile
Cronaca

Aumentano di 140 milioni i costi per realizzare la M4

Materie prime, energia e altro: tutti gli aumenti che hanno determinato la crescita dei costi

Costerà 140 milioni in più del previsto la realizzazione della M4, la quarta linea della metropolitana milanese attualmente in esercizio tra Linate e San Babila ma destinata a completarsi per la fine del 2024 con l'apertura di tutte le rimanenti stazioni fino a San Cristoforo (piazza Tirana), in corrispondenza con la stazione ferroviaria.

È stato riferito in commissione mobilità a Palazzo Marino, martedì pomeriggio. L'aumento è dovuto al corrispondente aumento dei prezzi delle materie prime (principalmente calcestruzzo e acciaio), dell'energia e del costo degli alloggi e dei dispositivi di sicurezza per gli operai. Il ministero dei Trasporti, nella legge di bilancio del 2023, ha inserito un comma per riconoscere questi aumenti per la M4 e ha destinato risorse per 75 milioni di euro. 

Confermato il cronoprogramma già noto per ultimare la linea (fine 2024) e per sistemare le strade e le piazze in superficie: si comincerà con piazza Bolivar a febbraio del 2024, mentre la maggior parte delle altre stazioni sarà pronta (anche in superficie) a settembre del 2024, eccetto le strade in corrispondenza delle stazioni De Amicis e Sforza-Policlinico per le quali occorrerà aspettare dicembre del 2024 per la fine dei cantieri.

Intanto, sono positivi i dati di utilizzo della M4 nel tratto già in esercizio. A fine settembre si sono calcolati circa 6mila passeggeri al chilometro, e ogni stazione era frequentata da almeno 4mila passeggeri al giorno. Le stazioni più utilizzate sono Linate e San Babila, cioè i due capolinea attuali, e Argonne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano di 140 milioni i costi per realizzare la M4

MilanoToday è in caricamento