menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cani

Cani

L'appello dell'Enpa: "Per gli animali i botti sono una tortura, non fateli uscire"

L'appello a non lanciare i botti e a proteggere i propri animali domestici: "Si mettono d'istinto in difesa, e lo soffrono molto"

I petardi che vengono fatto scoppiare a Capodanno sono pericolosi anche per gli animali domestici, soprattutto i cani: allo scoppio scatta la paura, un istinto naturale di difesa. 

Così vengono lanciati appelli affinchè l'arrivo del nuovo anno non si trasformi, per gli animali, in una sorta di tortura.

"Per un cane Capodanno e' un giorno come un altro, improvvisamente gli scoppia la guerra intorno, non capisce cosa succede e cerca la tana dove rifugiarsi" spiega Massimo Mancini della squadra cinofili della questura di Roma. La prima precauzione da adottare e' evitare di sparare botti quando vicino c'e' un cane. Lo dice anche l'Enpa, Ente nazionale protezione animali di Milano: "Ci rivolgiamo a tutti i cittadini, perche' prendano atto dell'inutilita' di un'usanza ormai anacronistica e si preoccupino di tutelare i propri animali - ha detto Ermanno Giudici, presidente e capo nucleo di Enpa Milano - sarebbe un passo importante se ognuno si impegnasse a sensibilizzare amici e conoscenti contro l'utilizzo di fuochi d'artificio, botti e mortaretti e segnalare ogni tipo di trasgressione alle ordinanze dei sindaci".

Milano e' una delle citta' in cui il Comune ha vietato l'uso dei botti per Capodanno. La polizia consiglia di non lasciare il cane all'aperto: se normalmente sta in giardino o in balcone bisogna portarlo in casa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento