Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Carabiniere si toglie la vita con la propria pistola, lascia moglie e figlia

Il dramma del suicidio all'interno della Stazione di Binasco (Milano)

Un carabiniere si è tolto la vita all'interno della Stazione di Binasco (Milano), in via dei Mille 16. Il dramma si è consumato nel primo pomeriggio di mercoledì 28 luglio. A dare la triste notizia sono gli stessi colleghi dell'uomo, il graduato F.P. di anni 51 effettivo proprio a Binasco.

Stando a quanto ricostruito, alle ore 14.30 circa, l'uomo si è rifugiato all’interno del locale adibito a spogliatoio e lì si è suicidato con la propria arma d’ordinanza, come spesso capita quando a compiere l'estremo gesto sono membri delle forze dell'ordine.

Sul posto sono intervenuti l'elisoccorso e i sanitari del 118. La loro corsa è stata inutile e poco dopo il loro arrivo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 51enne. Il militare lascia la moglie e una figlia di 14 anni, attorno alla famiglia si è stretta l'intera Arma dei carabinieri.

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (servizio attivo tutti i giorni dalle 10 alle 24) oppure puoi metterti in contatto con loro attraverso la chat di Whatsapp al numero 345 036 1628 (servizio attivo tutti i giorni dalle 18 alle 21). Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero 06 77208977 (costi da piani tariffari del tuo operatore), un servizio attivo tutti i giorni dalle 13 alle 22.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabiniere si toglie la vita con la propria pistola, lascia moglie e figlia

MilanoToday è in caricamento