menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I rilievi dei carabinieri sul posto - Foto Ansa

I rilievi dei carabinieri sul posto - Foto Ansa

Accoltella moglie e suocera: in carcere ex operaio. "Lucido"

Il tentato omicidio e suicidio all'alba di domenica. Le due donne sono state entrambe operate all'ospedale Niguarda

È stato condotto in carcere a San Vittore domenica sera Giuseppe Luciano Bianco, il 66enne che all'alba ha accoltellato moglie e suocera all'interno del loro appartamento di via Lambruschini, zona Bovisa. L'uomo ha confessato il duplice tentato omicidio davanti al pubblico ministero Cecilia Vassena, apparendo, secondo quanto trapelato, "lucido".

La furia dell'ex operaio: decine di coltellate a moglie e suocera, sono in fin di vita

Proprio per la presunta capacità di intendere e di volere dell'aggressore - che nella sua furia ha accoltellato persino il gatto di casa, per poi tentare di togliersi la vita - è stata esclusa l'ipotesi di ricoverla nel reparto di psichiatria dell'ospedale Sacco. Il 66enne, che è forse affetto da depressione, è stato invece arrestato per tentato omicidio e portato in cella.

Anche dopo il colloquio dell'uomo con la pm che coordina le indagini, rimane oscuro il movente all'origine del suo folle gesto.  Per questo gli investigatori dovranno compiere ulteriori accertamenti facendo luce sulla vicenda. Martedì ci svolgerà l'interrogatorio di convalida davanti al giudice per le indagini preliminari Alessandra Del Corvo.

Le moglie e la suocera dell'uomo sono state entrambe ricoverate all'ospedale Niguarda di Milano e la prima - un'archivista della Rai di 62 anni - non sarebbe più in pericolo di vita: ha lasciato il reparto di terapia intensiva dove era stata inizialmente ricoverata. Resta in gravissime condizioni la madre della donna, che si trova in rianimazione in prognosi riservata. Soltanto lievi, invece, le ferite che l'uomo si era auto inferto: domenica era stato dimesso dopo essere stato soccorso in codice verde.

Aggiornamento

Non ce l'ha fatta la suocera di Bianco. La donna, che si chiamava Dilva Francescati e aveva 92 anni, è deceduta all'ospedale Niguarda di Milano per le ferite riportate dopo aver ricevuto almeno 20 coltellate.



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento