Cronaca San Siro / Via Privata Preneste

Case popolari: in aumento ad agosto le occupazioni abusive

80 occupazioni al mese, in media, nel 2014 contro le 55 del 2013

Agosto "nero" per le case popolari

Più case occupate di quelle che Aler riesce a liberare. L'emergenza è scoppiata a fine giugno e non sembra terminare nei quartieri popolari della città. Secondo quanto riferisce il Corriere, sono stati quasi 40 gli alloggi popolari occupati nel primo weekend di agosto. Erano stati oltre 60 nel weekend del 18-20 luglio. Mentre gli alloggi recuperati in flagranza di reato sono al massimo il 40% di quelli occupati. Sono numeri forniti direttamente dall'Aler, che evidenzia 80 occupazioni mensili in media nel 2014 contro i 55 del 2013.

Parallelamente cresce il timore che vengano occupati anche alloggi regolarmente abitati. E' già successo. Si può parlare di crisi sociale, dovuta a quella economica, ma il dramma è anche altro: un alloggio occupato è tolto a chi ne avrebbe diritto (sempre che vengano fatte le assegnazioni), è un mancato ricavo per Aler (che già deve fare i conti con un buco di bilancio non da poco), porta degrado (perché le situazioni di chi occupa sono spesso storie di emarginazione). E c'è dietro una criminalità organizzata, che a volte ha addirittura le chiavi in tasca di un alloggio vuoto (è successo a San Siro). Una criminalità che sfrutta l'emergenza abitativa e lucra sui poveri. Due o tre mila euro per entrare abusivamente in una casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari: in aumento ad agosto le occupazioni abusive

MilanoToday è in caricamento