menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsico, 500 domande per 12 alloggi: il comune chiede aiuto

"Regione e provincia facciano la loro parte": sale l'emergenza delle case popolari nel comune dell'hinterland milanese

Emergenza casa: non solo a Milano ma ormai anche nell'hinterland. Numeri da capogiro nel capoluogo (oltre 20 mila nuclei in attesa di assegnazione di un alloggio popolare), nei comuni di cintura numeri apparentemente più bassi ma in proporzione una fotografia molto simile. A Corsico, per esempio, la richiesta di case popolari è in continuo aumento e ormai la lista d'attesa (provvisoria) conta 473 domande.

Gli alloggi assegnati sono 10-12 all'anno. Un infinitesimo di quanto sarebbe necessario. Numeri che rendono Corsico un comune considerato "ad alta emergenza abitativa", classificazione che lo accomuna a molti altri centro dell'hinterland milanese. Nella cittadina al di là di via Lorenteggio vi sono circa 800 appartamenti dell'Aler e 323 alloggi di edilizia residenziale pubblica. Troppo pochi.

L'amministrazione chiede a regione e provincia di fare la loro parte per l'emergenza. Sullo sfondo la questione dell'Aler, con un buco di bilancio spaventoso e la recente decisione del sindaco di Milano Giuliano Pisapia e del governatore lombardo Roberto Maroni di superare l'attuale struttura per creare una nuova società.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento