menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Case popolari a Milano

Case popolari a Milano

Case popolari: dopo la disdetta di Aler il comune cerca partner

Varie le ipotesi: società private, una nuova convenzione con Aler o la gestione interna, attraverso Metropolitana Milanese

Dopo il divorzio da Aler, il comune di Milano si guarda intorno per la gestione delle case popolari di sua proprietà. Finora infatti Aler, oltre ad essere direttamente proprietaria di circa 70 mila alloggi, gestiva anche quelli di proprietà del comune: circa 28 mila. Aler ha disdetto la convenzione ma continuerà a gestire gli appartamenti fino a fine 2014.

Gli scenari sono più d'uno. Il primo è rappresentato da una nuova convenzione sempre con Aler. Uno scenario che, però, appare improbabile dati i continui litigi tra Aler e comune da quando si è insediata la giunta di Giuliano Pisapia. E comunque, anche se si dovesse alla fine optare per questa scelta, Palazzo Marino ha bisogno di un piano B. E magari anche di un piano C.

Il piano B sarebbe l'affidamento a privati. Un'opzione in realtà quasi impossibile in sei mesi, perché occorrerebbe una gara d'appalto piuttosto complessa. Senza contare che, dal punto di vista politico, non tutta la maggioranza di centrosinistra potrebbe "gradire".

Ecco quindi la terza ipotesi: la gestione interna. Come riferisce il Corriere, Palazzo Marino ha già compiuto alcuni passi di interlocuzione con le aziende partecipate e pensa, in particolare, a Metropolitana Milanese per la manutenzione degli stabili, e ad altre partecipate per la gestione contabile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento