rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Duomo / Piazza della Scala

Case popolari, è ufficiale: le gestirà Metropolitana Milanese

Quasi 29 mila alloggi in tutta Milano

La decisione, ampiamente annunciata, è stata presa: dal 1 dicembre Metropolitana Milanese è ufficialmente il gestore delle case popolari di proprietà del comune di Milano. Si tratta di 28.791 appartamenti in poco più di mille edifici, oltre a poco più di mille negozi, laboratori e depositi e quasi 9 mila posti auto o box. Fino ad ora questo patrimonio veniva gestito da Aler, che ha anche immobili di sua proprietà.

La fase provvisoria durerà fino al 30 giugno 2015, ma il comune e MM (che peraltro è una partecipata del comune al 100%) si scambieranno fin da subito le informazioni necessarie ad avviare la gestione. I tecnici di Metropolitana Milanese hanno già iniziato i sopralluoghi nei quartieri popolari.

"Con MM puntiamo a una gestione più efficiente del patrimonio comunale – ha dichiarato l’assessore alla casa Daniela Benelli – e intendiamo recuperare la cura sociale dei nostri quartieri popolari. Per questo siamo già impegnati, anche attraverso un confronto con le parti interessate, ovvero inquilini, sindacati, consigli di zona, per realizzare un presidio territoriale capillare e migliorare, rispetto al passato, il rapporto con gli inquilini".

Gestione amministrativa e contabile, rapporti con l'utenza, piani di mobilità, cambi d'alloggio, servizi, forniture, manutenzioni: tutto affidato a MM dal 1 dicembre, con un piano di priorità stabilito di concerto col comune.

Il 1 dicembre scadono i sei mesi dalla disdetta - da parte di Aler - della convenzione con il comune di Milano. Fin dal primo momento l'amministrazione comunale si era orientata a non rinnovare la convenzione su basi diverse con l'azienda regionale di edilizia residenziale pubblica, preferendo gestire d'ora in poi "in house" il patrimonio abitativo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, è ufficiale: le gestirà Metropolitana Milanese

MilanoToday è in caricamento