Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Vestiti firmati e fiori coi soldi del Comune: arrestata dirigente 60enne

A Cassina De' Pecchi la responsabile finanziaria del Comune è accusata di essersi appropriata di 30mila euro: i soldi li avrebbe usato per "vestiti, fiori e le spese di condominio"

In molti su E. A., insospettabile e stimatissima dirigente dell'area finanziaria del Comune milanese di Cassina De' Pecchi, a Nord Est dell'hinterland, ci avrebbero messo la mano sul fuoco. Non, evidentemente, il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Milano, che ha arrestato la donna con l'accusa di peculato e falso. La signora, 60 anni, ragioniera, da 20 anni a capo del settore, era considerata "irreprensibile".

Gli arresti domiciliari sono stati disposti dal gip Simone Luerti, su richiesta dei pm Tiziana Siciliano e Grazia Pradella. Secondo l'accusa, infatti, la donna in qualche anno avrebbe sottratto dalle casse comunali quasi 30mila euro: questi soldi sarebbero stati utilizzati per pagare vestiti firmati, fiori e perfino le spese condominiali (anche se la donna non risulta residente a Cassina De' Pecchi, ma in Sardegna).

Il gioco, sempre secondo i finanzieri, era semplice: la dirigente emetteva falsi mandati di pagamento a carico del Comune, si presentava lei stessa agli sportelli e si faceva pagare. Nessuno si sarebbe mai accorto di nulla. Sarebbero stati emessi "ad hoc" anche dei rimborsi Ici inesistenti. Ora la parola passa alla sua difesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vestiti firmati e fiori coi soldi del Comune: arrestata dirigente 60enne

MilanoToday è in caricamento