Cronaca

Caccia, via libera alla cattura di richiami vivi

Definite le quantità di uccelli catturabili specie per specie

Un tordo bottaccio (galassianatura.it)

Approvato il documento sulla cattura di uccelli vivi per richiamo durante la caccia. E' un provvedimento in deroga per "sostenere la prosecuzione di una attività venatoria significativamente diffusa e radicata nelle province", come ha spiegato l'assessore regionale all'agricoltura Gianni Fava, secondo cui gli impianti di cattura (i roccoli) costituiscono essi stessi una "peculiarità del paesaggio rurale lombardo di elevato pregio ambientale".

Si potranno quindi catturare il cesena, il merlo, il tordo bottaccio e il tordo sassello, ma solo dal 21 settembre al 31 dicembre per un totale regionale di 19 mila esemplari. La delibera specifica anche la quantità massima per ogni singola specie e provincia. Gli impianti autorizzati si trovano soprattutto nelle province di Bergamo e Brescia, ma anche in quelle di Mantova, Como, Lecco e Monza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia, via libera alla cattura di richiami vivi

MilanoToday è in caricamento