La seconda "cena in bianco" in piazza XXV aprile

Circa mille persone all'appuntamento (reso celebre a Parigi) con una sola regola: tutto rigorosamente bianco. E alla fine nessuna traccia del "passaggio"

Un'immagine della cena (foto FB, Isabella Cingolani)

Si è ripetuto l'esperimento della "Cena in bianco". L'evento auto-organizzato si è tenuto quest'anno in piazza XXV aprile (dopo l'estate del 2012, ma anche dopo una suggestiva cena al buio ai sotterranei del metrò di Porta Venezia) ed è stato chiamato "La camera chiara" in omaggio al celebre saggio sulla fotografia di Roland Barthes.

Come al solito la regola era quella di portare tutto ciò che serve per la cena, dai tavoli alle sedie ai piatti e alle posate, e di svanire a fine serata senza lasciare alcuna traccia del proprio passaggio, anche per una questione di rispetto dello spazio pubblico.

Per aggiungere un po' di mistero, il luogo dell'appuntamento è stato tenuto segreto fino al giorno stesso della cena. Ed è stato un successo: ha partecipato circa un migliaio di persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Smog alle stelle a Milano, scatta il blocco del traffico: le auto che non potranno circolare

  • Grave incidente in autostrada A4, auto ribaltata: giovane 27enne rianimato sul posto

  • Incidente davanti al treno deragliato: Madeline è morta a 21 anni uccisa dal pirata fatto di coca

Torna su
MilanoToday è in caricamento