menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucia De Cesaris, vicesindaco di Milano

Lucia De Cesaris, vicesindaco di Milano

Appello per non fare il Cerba al Parco Sud. Linea dura del Comune

De Cesaris (vicesindaco) ribadisce il no alla speculazione edilizia. E quaranta intellettuali e ambientalisti firmano per chiedere un altro sito

Il Cerba (Centro Europeo di Ricerca Biomedica Avanzata) non si faccia in via Ripamonti: questo il senso di un appello firmato da quaranta persone tra docenti, ambientalisti, professionisti ed esponenti del mondo della cultura, promosso da Fai, Legambiente e Wwf. Secondo l'appello, dopo dieci anni di progetto e il fallimento della società di Ligresti proprietaria dei terreni, "la scommessa immobiliare del Cerba nel Parco Sud è arrivata al capolinea". Ma i firmatari riconoscono il valore scientifico e medico del Cerba e chiedono quindi di salvarlo, realizzandolo altrove.

Tra i firmatari il cantante Elio (Stefano Belisari), l'ex consigliera comunale Milly Moratti, il presidente onorario del Fai Giulia Maria Crespi, l'urbanista Federico Oliva e l'economista Marco Vitale.

Intanto Lucia De Cesaris, vicesindaco e assessore all'urbanistica, ha riaffermato la posizione del comune di Milano, contrario a ridiscutere l'accordo di programma come vorrebbero i curatori fallimentari della società di Ligresti e come vorrebbe anche Umberto Veronesi, soprattutto nella parte relativa alla diminuzione degli oneri richiesti e alla creazione di housing sociale e strutture di vendita. Nonostante dalla parte del Cerba si sia più volte sottolineato che le case sarebbero destinate unicamente all'utilizzo dell'ospedale e che in molte cliniche ormai vi siano negozi che servono agli utenti della struttura sanitaria, la De Cesaris ha sottolineato di essere "disponibile a salvare il progetto del Cerba ma non a sacrificare il territorio con un intervento speculativo".

"Se le banche vogliono investire risorse in questa vicenda - ha concluso la De Cesaris - non possono che rispondere dando il Cerba alla città". E le commissioni urbanistica e ambiente a Palazzo Marino, nel pomeriggio di mercoledì, hanno mostrato di sostenere la linea del rigore della De Cesaris: non solo i partiti di maggioranza ma anche la Lega Nord.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento