Cronaca

Cgil, presidio contro la finanziaria: "Manovra sbagliata e pericolosa"

"Nel marasma politico - sottolinea la Cgil - il Governo sta consegnando il paese alla speculazione finanziaria. Ma non è la manovra presentata la soluzione: innanzitutto perché continua le politiche precedenti", così il sindacato

Presidio della Cgil milanese oggi, mercoledì 13 luglio, contro la Finanziaria. "La situazione del paese è diventata "drammatica" e questo testimonia il "fallimento del Governo", che "ha contribuito a definire una politica europea che sta dimostrando la sua inefficacia".

E' quanto si legge, infatti, nell'ordine del giorno approvato dal comitato direttivo della Cgil (due gli astenuti). Le manovre economiche "si sono caratterizzate per tagli lineari e contenimento della spesa pubblica, ignorando il problema della crescita e sacrificando spesa sociale e spesa per investimenti - prosegue l'odg - noi abbiamo fortemente contestato questa impostazione rilanciano l'idea che un'altra politica economica era possibile per sostenere i redditi, rilanciare i consumi, determinare una ripresa degli investimenti pubblici e privati".

In una situazione "aggravata dal marasma politico - sottolinea la Cgil - il Governo sta consegnando il paese alla speculazione finanziaria. Ma non è la manovra presentata la soluzione: innanzitutto perché continua le politiche precedenti". Corso d'Italia ritiene che la manovra economica presentata sia "sbagliata, ingiusta e inefficace sia per la crescita e lo sviluppo che per il risanamento dei conti pubblici". La Cgil propone tra le altre cose un "piano straordinario contro l'evasione fiscale" e "l'aumento immediato della tassazione sulle rendite finanziarie e l'introduzione di una imposta sulle grandi ricchezze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil, presidio contro la finanziaria: "Manovra sbagliata e pericolosa"

MilanoToday è in caricamento