Chiede l'elemosina con la figlia di un mese. Era ricercata per furti, portata a San Vittore con la bimba

La ragazza è stata vista in piazzale Lagosta da alcuni passanti che, soprattutto preoccupati per la bimba, hanno chiamato la polizia

Chiede l'elemosina con la figlia di un mese

Una storia di miseria estrema, quella di una giovane mamma romena che, alle dieci di mattina del 7 novembre, era seduta nei pressi della vetrina di una banca in piazzale Lagosta e chiedeva l'elemosina.

La ragazza è stata notata dai passanti soprattutto perché teneva in braccio una bimba piccolissima. Inevitabile avvertire il numero di emergenza 112. Gli agenti in motocicletta sono intervenuti sul posto e hanno riscontrato che si trattava di una persona già nota alle forze dell'ordine. La bambina è nata il 7 ottobre, quindi ha appena un mese di vita.

Madre e figlia dormono in un'auto a Sesto San Giovanni insieme al compagno e ad un altro bimbo, che ha tre anni. La ragazza aveva un ordine di cattura di maggio 2016 per quattro mesi di carcere, perché dedita ai furti. Il giudice ha disposto per lei la carcerazione a San Vittore insieme alla figlia, contando sul fatto che la casa di reclusione milanese dispone di un'attrezzata "nursery" per i bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento