rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca Casoretto / Via Arquà

Le chiese evangeliche di Milano chiedono luoghi di culto

Magazzini, negozi e appartamenti sono irregolari: la legge regionale sull'urbanistica ne rende quasi impossibile la trasformazione in luoghi di culto

Non solo musulmani. Anche altre religioni chiedono luoghi di culto a Milano. Tra questi gli evangelici, circa 10 mila fedeli in città e un centinaio di chiese. Anche loro, lunedì 4 agosto, parteciperanno all'incontro con Pierfrancesco Majorino (assessore comunale al welfare) che illustrerà ai rappresentanti delle associazioni religiose il bando per assegnare quattro aree comunali.

Le chiese evangeliche sono però quasi tutte in luoghi non in regola dal punto di vista urbanistico. Questo perché non è per niente facile cambiare la destinazione d'uso di un negozio, magazzino o appartamento per trasformarlo in un luogo di culto, a causa di una legge regionale molto restrittiva. In via Arquà 15, per esempio, un magazzino interno era stato ristrutturato e ospitava sei chiese evangeliche. Ma i condomini si sono lamentati e nel 2012 il comune di Milano ha fatto chiudere il magazzino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le chiese evangeliche di Milano chiedono luoghi di culto

MilanoToday è in caricamento