rotate-mobile
Cronaca

La scoperta shock dei carabinieri: mense di ospedale e casa di riposo infestate da blatte e insetti

I Nas hanno chiuse le mense di un ospedale e di un istituto geriatrico

Sporcizia, animali e condizioni igieniche precarie. I carabinieri del Nas, nell'ambito di controlli effettuati in tutta Italia, hanno chiuso i punti cucina dell'ospedale di Cernusco e della Rsa Goggi Redaelli di Milano, entrambi parti lese, visto che i servizi mensa sono esternalizzati. Gli spazi, si legge in una nota dei militari, erano invasi "da insetti e blatte" che avevano infestato "i locali di preparazione cibo, lavaggio stoviglie, il magazzino e le celle frigorifere".

In totale, in tutta la Penisola, sono stati passati al setaccio "992 punti di cottura e preparazione pasti ubicati all’interno di altrettante strutture sanitarie, sia pubbliche che private: 340 di questi hanno evidenziato irregolarità, pari al 34%, con l’accertamento di 431 infrazioni penali e amministrative, per complessivi 230mila euro di sanzioni pecuniarie, contestate a causa di violazioni nella gestione degli alimenti, nella mancata rispondenza in qualità e quantità ai requisiti prestabiliti dai capitolati d’appalto e dell’uso di ambienti privi di adeguata pulizia e funzionalità", hanno spiegato dal Nas. 

Irregolarità sono state riscontrate a Milano e in tutta Italia. "A seguito delle analisi di laboratorio, sono state individuate 5 risultanze di positività per la presenza di cariche batteriche superiori ai limiti ammessi. Tra queste, 4 sono relative alla presenza di batteri coliformi nell’acqua utilizzata per la preparazione di pasti, individuate dal Nas di Palermo presso un’azienda di catering di Agrigento, per la quale è stata disposta la sospensione dell’attività e la sanificazione delle cisterne utilizzate per lo stoccaggio dell’acqua. Un altro caso di non conformità è stato accertato dal Nas di Parma presso l’area cucina di una clinica, nella quale un tagliere per la lavorazione delle carni è risultato contaminato da una carica batterica superiore ai limiti di legge", hanno chiarito ancora i militari in una nota.

Sette, invece, i punti cucina chiusi in tutta Italia. Due di questi sono proprio nel capoluogo meneghino. Nove gestori dei servizi mensa sono stati denunciati perché "ritenuti responsabili dei reati di frode e inadempienze in pubbliche forniture, detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione e inosservanze alla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scoperta shock dei carabinieri: mense di ospedale e casa di riposo infestate da blatte e insetti

MilanoToday è in caricamento