rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Duomo / Via Larga

Anagrafe chiusa, Pisapia scrive ai milanesi

Oggi l'anagrafe centrale di via Larga è chiusa nell'ambito della protesta dei sindaci contro la manovra. E Pisapia cerca di spiegarlo ai cittadini con una lettera aperta

Oggi chi aveva bisogno di una pratica anagrafica negli uffici di via Larga ha trovato i portoni chiusi. Non uno sciopero qualsiasi ma la protesta generalizzata di molti comuni d'Italia contro la manovra del governo.

Protesta che, ad esempio, prevede per oggi in molte città (tra cui Milano) un consiglio comunale "aperto" per dibattere di temi finanziari.

E il sindaco Giuliano Pisapia ha scritto una lettera aperta ai milanesi per spiegare i motivi della protesta, che ha evidentemente creato disagi con la scelta di chiudere l'anagrafe. "Vogliamo - ha scritto Pisapia - cercare di difendere i vostri diritti, migliorare i servizi e le prestazioni. Non vogliamo peggiorare la qualità della vostra vita".

"Oggi - ha concluso il sindaco - si preferisce togliere ai comuni invece di vedere dove le risorse si sprecano realmente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagrafe chiusa, Pisapia scrive ai milanesi

MilanoToday è in caricamento