rotate-mobile
Cronaca Comasina / Via Comasina

Strage dei ciclisti, "Servono i sensori sui camion e più attenzione"

Legambiente: "Strage fotocopia, bisogna intervenire". Regione: "Pronti a fare corsi di formazione"

"L'incidente in via Comasina di stamattina è la fotocopia di quello in Sormani, a sua volta di quello in Piazzale Loreto, prima ancora di quello in Bastioni di Porta Nuova: dagli inizi di novembre a oggi quattro persone sono morte per non essere state viste circolare sulla loro bicicletta". È quanto ha tuonato in una nota Federico Del Prete, responsabile mobilità e spazio pubblico di Legambiente dopo l'incidente mortale costato la vita a un uomo di 55 anni.

Per trovare una soluzione a quella che sta assumendo sempre i tratti di una strage il comune di Milano ha approvato all'unanimità l'ordine del giorno presentato dal consigliere della Lista Sala, Marco Mazzei, che chiede di regolamentare l'ingresso dei mezzi pesanti nel centro cittadino. La "mozione" chiede che i camion possano circolare sotto la Madonnina soltanto tra le 22 e le 6 del mattino o durante tutto il giorno ma solo se dotati dei sensori per l'eliminazione dell'angolo cieco.

"L’ordine del giorno per limitare la circolazione dei camion, approvato dal consiglio comunale di Milano settimana scorsa, va nella giusta direzione per proteggere pedoni e ciclisti, ma senza l’approvazione di una delibera di Giunta e una determina rimane solo una presa di posizione del tutto priva di efficacia, come quello su Città 30, approvato lo scorso gennaio, a cui per ora non è seguito alcun atto formale da parte della giunta". Così in una nota le associazioni della rete civica "Sai Che Puoi".

"Regione Lombardia è disponibile a promuovere adeguate campagne di sensibilizzazioni, anche in sinergia con gli altri enti, e ad adoperarsi con interventi concreti con l’obiettivo comune di prevenire, in particolare, gli incidenti stradali che vedono coinvolti ciclisti e mezzi pesanti e ridurre il numero delle vittime". Lo afferma Romano La Russa, assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia. "Non possiamo aspettare il 2024, quando anche l’Italia recepirà la direttiva europea che impone ai camion di nuova immatricolazione la dotazione di dispositivi per il rilevamento degli ostacoli negli angoli ciechi - ha aggiunto La Russa -. Bisogna accorciare i tempi e adottare da subito tutte le misure possibili per mettere fine a questa strage".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage dei ciclisti, "Servono i sensori sui camion e più attenzione"

MilanoToday è in caricamento