rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Muggiò, i cittadini di Via Bandiera contro il ripetitore

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore di Muggiò. Lui e alcuni suoi cittadini, residenti in Via Bandiera, si oppongono alla costruzione di un ripetitore per la telefonia cellulare della Telecom. Nelle loro vicinanze ci sono già: la tangenziale nord e i tralicci dell’alta tensione

Buongiorno,

Con la presente chiedo il vostro aiuto in merito alla volontà della Società Telecom di posizionare un ripetitore di telefonia mobile a poche decine di metri dalle nostre abitazioni.

In data 17/08/09 al rientro dalle vacanze estive abbiamo appreso che a breve avrebbero iniziato i lavori per il posizionamento di  un ripetitore di telefonia mobile, in data 23 agosto 09 si è costituito un comitato spontaneo contrario a tale iniziativa, in data 25 agosto 09 in concomitanza con l’inizio dei lavori il comitato ha dimostrato il proprio dissenso ottenendo la momentanea interruzione dei lavori, e così anche nei giorni 26-27-28/08/09.

In data odierna sempre presenti sul sito oggetto della discordia, abbiamo osservato il continuo passaggio degli automezzi incaricati per l’esecuzione delle opere, che vista la nostra presenza hanno preferito non iniziare.

Il nostro dissenso è fortemente motivato in quanto le abitazioni interessate sono attraversate dai tralicci dell’alta tensione, a poche decine di metri è presente la tangenziale NORD,  a poche centinaia di metri a breve entrerà in funzione una centrale di co-generazione che concentrerà in un unico punto gli scarichi di circa 9mila abitazioni.

L’installazione di un ripetitore di telefonia mobile suona come una beffa, e il comitato che rappresenta circa 200 abitanti è fermo e motivato a far si che ciò non accada, inoltre in maniera neanche troppo velata ci è giunta notizia che vogliano denunciare i componenti del comitato per interruzione di pubblico servizio. Come già dichiarato ai giornali ( Il Cittadino e Monza e Brianza) il comitato è rispettoso delle leggi e mai in passato e tantomeno in futuro interromperà i lavori ma sarà sempre presente sul sito a dimostrare il proprio dissenso nell’interesse dei residenti ed in particolare dei 25 neonati che risiedono a ridosso del sito interessato.

L’art. 2 del DM 381/98 prevede che se nel quartiere sono già presenti fonti di inquinamento elettromagnetico non se ne possono installare dei successivi.

Cordiali saluti
Cesare Santo Ingarbeggia


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muggiò, i cittadini di Via Bandiera contro il ripetitore

MilanoToday è in caricamento