Milano, dramma fuori dalla metro: clochard morto in strada, era coperto da un piumone

L'uomo era su una carrozzina coperto solo da un piumone. Si tratterebbe di un clochard

Il dramma a Molino Dorino

Lo hanno trovato sulla sua carrozzina, coperto da un piumone e già morto. Dramma giovedì mattina in via Molino Dorino a Milano, dove è stato trovato il cadavere di un clochard disabile romeno di sessantaquattro anni, Nica Tudor.

La tragedia si è consumata nel cuore della notte, ma l'allarme al 112 è arrivato solo alle 7.40, quando un studentessa ha notato il corpo. I medici del 118 intervenuti non hanno potuto far altro che constatare il decesso della vittima, che era già in rigor mortis: proprio questo dettaglio lascia immaginare che la morte sia avvenuta ore prima. 

Sul posto anche gli agenti della Questura di Milano. È verosimile, stando ai primi accertamenti, che l'uomo passsasse le notti nello spazio davanti alla fermata della metropolitana. Fatale potrebbe essergli stato il freddo delle ultime ore, anche se sono in corso gli accertamenti per stabilire con esattezza le cause della morte. 

Soltanto mercoledì mattina un altro uomo era morto in strada a Milano. Il cadavere di un cittadino greco di quarantotto anni era infatti stato trovato in piazzale Zavattari. Gli agenti avevano trovato in strada anche delle coperte e quindi è verosimile che la vittima avesse passato lì la notte, nonostante avesse una casa in zona Quarto Oggiaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sala: "Milano offre letti caldi ai senzatetto"

Sul caso ha preso posizione anche il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, che ha lanciato un appello ai cittadini durante un intervento in diretta Rtl 102.5 : "Abbiamo tanti posti letto liberi nei centri dell'emergenza freddo, chiedo ai cittadini di invitare queste persone che dormono per strada ad andarci. Non possiamo obbligarli, certo, ho chiesto alla mia squadra di intensificare il dialogo con i senza fissa dimora, ma la speranza è che magari il singolo cittadino riesca a convincerli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Con febbre e sintomatica, donna prende due aerei da Milano fino al Ragusano

Torna su
MilanoToday è in caricamento