rotate-mobile
Cronaca Niguarda / Via Luigi Ornato

Ingoia 50 preservativi zeppi di cocaina: salva per miracolo

Una peruviana 23enne aveva ingoiato 55 ovuli di cocaina formai da preservativi termosaldati. E' stata male: operata e salvata per miracolo al Niguarda

55 profilattici. Con all'interno cocaina. Li aveva ingoiati una ragazza di 23 anni, peruviana, R.E., per uno dei classici viaggi "da mulo" in aereo per eludere dogana e controlli. Ma, come spesso avviene in questi casi, è stata male. E per poco non ci rimetteva la pelle.  

La ragazza era arrivata a Malpensa con un volo proveniente da Lima, via Parigi, lo scorso 4 novembre, e aveva pernottato in un albergo in via Ornato, a Milano. E' stato proprio il portiere dell'hotel, domenica 6 novembre, a notare che stava male e che accusava forti dolori all'addome. L'uomo ha chiamato il 118 e all'arrivo della donna all'ospedale di Niguarda, a due passi dall'albergo, una tac ha mostrato la presenza degli involucri, mentre gli esami del sangue hanno evidenziato un'intossicazione da cocaina.

Operata d'urgenza, gli sono estratti dall'intestino 55 ovuli (lei aveva detto di averne ingoiati 58) involucri composti da profilattici riempiti di droga e termosaldati, una nuova tecnica per incrementare la quantità di sostanza a scapito del confezionamento, molto più rischiosa. Ora la paraguaiana si trova nel reparto di Rianimazione, piantonata dalla polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingoia 50 preservativi zeppi di cocaina: salva per miracolo

MilanoToday è in caricamento