Milano, caos nella coda per i tamponi alla Multimedica di Sesto: arrivano i carabinieri

L'ospedale si è scusato per i ritardi, provocati dall'elevatissimo numero di tamponi processati

La coda in ospedale

Boom di tamponi effettuati si traduce in un boom di risultati da ritirare, quando questi non si possono semplicemente ricevere per mail. Alla Multimedica di Sesto San Giovanni (Milano) la situazione rischiava di sfuggire di mano, con persone in coda da ore e sull'orlo di una crisi di nervi. Tanto che alla fine sono dovuti intervenire i carabinieri per sedare gli animi e riportare la calma.

Pazienti in coda per il tampone alla Multimedica di Sesto. Foto MilanoToday-2

Coda e momenti di tensione nella fila per i tamponi

È successo giovedì anche se già mercoledì la situazione era stata analoga, come racconta un testimone a MilanoToday. Giovedì a chiedere l'intervento dei militari della Compagnia di Sesto San Giovanni è stato uno degli utenti in coda per ritirare i risultati del tampone per capire al positività o meno al coronavirus.

Nel momento più teso ci sono state urla e assembramenti, ma con l'arrivo delle forze dell'ordine - che oltre a gestire l'ordine pubblico, ha dato una mano agli operatori ospedalieri - la situazione si è tranquillizzata.

L'ospedale si è scusato per i ritardi, provocati dall'elevatissimo numero di tamponi processati. Nei prossimi giorni la stessa struttura dovrebbe velocizzare e raddoppiare la capacità di fare il test per comprendere se il paziente è positivo o no al covid 19.

Allarme Ats: "In coda per i tamponi c'è il rischio contagio"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento