Scambiano studenti inglesi in visita a Expo per profughi, psicosi a Cologno Monzese

È successo nella giornata di martedì 25 agosto. Il primo cittadino del Carroccio: «Vergognoso. Attenzione nero non vuol dire clandestino»

«Attenzione tutti, di qualunque matrice politica: nero non equivale a clandestino». È la risposta di Angelo Rocchi, sindaco di Cologno Monzese in forza al Carroccio, ai suoi concittadini dopo che nella giornata di martedì numerosi utenti Facebook avevano scambiato per profughi una comitiva di studenti inglesi in visita a Expo.

Il fatto. La psicosi — come riportato da Il Giorno — si è scatenata nella giornata di martedì 25 agosto quando su alcuni gruppi Facebook è iniziata a circolare insistentemente la voce dell'arrivo di diversi profughi in una struttura alberghiera della città. Cittadini ed esponenti politici si sono scagliati contro il sindaco che, eletto lo scorso giugno, aveva nel proprio programma elettorale il «No» all’arrivo dei migranti in paese.

Il municipio ha redatto un comunicato stampa in cui è stato smentito il fatto. «Le voci comparse su Facebook sono frutto di un clamoroso equivoco che deriva, con tutta probabilità, da semplicistiche ed ottuse associazioni di idee sull’aspetto fisico delle persone — si legge nella nota firmata dal sindaco —. Trovo vergognoso che persone scarsamente o per nulla informate si siano permesse di giocare mediaticamente con circostanze loro sconosciute per motivi di polemica politica provocando sconsideratamente, oltretutto, qualche allarme sociale, fortunatamente ingiustificato, come quello che ha spinto qualche cittadino a chiedere notizie sull’arrivo di migranti in Città agli uffici comunali. Richiamo — aggiunge —tutti al rispetto delle norme elementari della dialettica, tra le quali l’ossequio alla verità e il controllo delle informazioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per motivi di tutela della privacy — conclude Rocchi —, posso aggiungere solo che le voci comparse su Facebook sono frutto di un clamoroso equivoco che deriva, con tutta probabilità, da semplicistiche ed ottuse associazioni di idee sull’aspetto fisico delle persone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento