Cronaca San Siro / Piazza Domenico Ghirlandaio

Armato di coltello semina il panico sulla linea 90, interviene un vigile del fuoco: arrestato

È successo nella tarda mattinata di lunedì. Nei guai un cittadino marocchino irregolare

Aveva un coltello in pugno e, in pieno giorno, stava terrorizando i passeggeri della linea 90. È stato arrestato dai carabinieri con le accuse di violenza, resistenza, minaccia e porto di arma bianca. È sucecsso nella tarda mattinata di lunedì 13 novembre, protagonista dell'ennesima aggressione sulla Circolare di Milano: un cittadino marocchino di 27 anni, pregiudicato e irregolare sul suolo italiano.

Tutto è accaduto intorno alle 11.50 quando l'uomo è salito sull'autobus, all'altezza di viale Liguria e ha estratto l'arma bianca: un coltello a farfalla con una lama di sei centimetri. Un vigile del fuoco libero dal servizio della caserma di via Darwin si è accorto di quanto stava accadendo ed è intervenuto chiedendogli di riporlo. La risposta? Un'offesa e la minaccia di usarlo. 

È scattata la chiamata al 112 e i carabinieri sono intervenuti quando l'autobus è arrivato in Piazza Ghirlandaio. Vedendo i militari il 27enne ha tentato di reagire, ma è stato bloccato e accompagnato in caserma.

È solo l'ultimo episodio criminale avvenuto sulla linea 90, pochi giorni dopo la serie di eventi 'criminosi' e la denuncia video di Striscia La Notizia, che hanno dimostrato come la Circolare sia scenario 'privilegiato' per questo tipo di eventi, nonostante l'attenzione sempre maggiore dell'Azienda trasporti milanesi.

Video | Un viaggio da incubo sulla 90 di Milano

video filobus 90 striscia-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di coltello semina il panico sulla linea 90, interviene un vigile del fuoco: arrestato
MilanoToday è in caricamento