Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Monforte / Corso Indipendenza

Tre serre di marijuana e 17mila euro in contanti: giovane beccato per una canna

Il ragazzo è stato scoperto per colpa del fumo di uno spinello. Il suo odore ha raggiunto una volante di polizia in transito durante un normale controllo

Immagine di repertorio

Tutto "colpa" del fortissimo odore di canna che arrivava fino in strada. Così è stato incastrato ed arrestato un giovane incensurato di ventitre anni, colpevole di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio: il ragazzo aveva messo su tre piccole serre di marijuana in una cantina ed è stato beccato proprio perché l'odore del fumo dello spinello ha attirato gli agenti di passaggio.

E' stata questa la ragione che ha condotto alcuni poliziotti a controllore più da vicino due finestrelle che affacciavano su via Silvio Zambaldi, in zona Ortigia a Milano. E' successo la notte lunedì e martedì, tra mezzanotte e l'una. Dopo aver raggiunto l'ingresso principale dell'edificio, in via Luigi Borgomainero, gli agenti hanno semplicemente bussato alla porta della cantina e il responsabile - un ventitreenne italiano e incensurato - ha ammesso tutto. Per lui, locatario dei locali, sono scattate le manette mentre un suo amico di ventidue anni - anche lui italiano e incensurato - è stato semplicemente segnalato.

La polizia, secondo quanto riferito dalla questura, ha sequestrato dieci piantine di cannabis di medie dimensioni, mezzo chilo di marijuana essiccata, lampade artificiali e fertilizzanti. Addosso, nel suo portafogli, aveva trecento euro mentre nella sua abitazione, nella centrale corso Indipendenza, sono stati rinvenuti oltre sedicimila euro in contanti che l'uomo non ha saputo giustificare.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre serre di marijuana e 17mila euro in contanti: giovane beccato per una canna

MilanoToday è in caricamento