menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aler, a Milano commissario "super partes": si parla dell'ex prefetto Lombardi

Nel resto della regione decisa la "spartizione": cinque alla Lega e al Pdl, uno a Fratelli d'Italia. M5s: "Scandaloso"

Decisa la "spartizione" dei commissari delle Aler lombarde, che verranno nominati mercoledì da Roberto Maroni. Saranno cinque vicini alla Lega Nord, cinque vicini al Pdl, uno vicino a Fratelli d'Italia e uno "super partes" (a Milano). L'intesa è stata trovata martedì mattina e riferita dall'assessore alla sanità Mario Mantovani. I commissari saranno quindi dodici, ovvero uno per provincia: Varese e Busto Arsizio verranno accorpate.

Durissima la reazione del Movimento 5 Stelle. Iolanda Nanni, consigliera regionale del gruppo penta-stellato, dichiara: "Troviamo scandalosa questa ennesima spartizione di poltrone. Il commissariamento delle Aler avrebbe dovuto garantire la nomina di figure 'tecniche', di comprovata esperienza, munite di laurea".

"Il commissario di Aler Milano - afferma Daniela Benelli, assessore comunale alla casa - sarà davvero super partes se il nome verrà condiviso con il sindaco Giuliano Pisapia. Per questo ci aspettiamo che Maroni ascolti il parere del sindaco". Per il nome del commissario di Aler Milano, nel pomeriggio era circolato con molta insistenza l'ex prefetto Lombardi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento