rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Duomo / Piazza della Scala

"Sì agli alberi di Abbado, no al canale di Expo": manifestazione in piazza Scala

Durante il Requiem per il maestro, in piazza anche gli oppositori del canale che (sacrificando anche molte piante) verrà costruito nei parchi della zona ovest

Nella cornice silenziosa di Piazza della Scala, chiusa al traffico per il Requiem dedicato a Claudio Abbado, tra le migliaia di persone c'erano anche alcuni degli attivisti che, da mesi, difendono i parchi della periferia ovest dalla cosiddetta "Via d'Acqua", il canale (non navigabile) che dovrebbe collegare il sito di Expo 2015 a Rho-Fiera con il Naviglio Grande. L'accusa è che si tratti di un'opera che costa moltissimo e non serve sostanzialmente a niente, se non a deturpare il paesaggio dei parchi di Trenno, delle Cave e il Boscoincittà.

I lavori in corso stanno ovviamente sacrificando alcune piante. E come non ricordare la "vecchia" idea di Claudio Abbado, che (un po' provocando, un po' seriamente) aveva chiesto una maxi piantumazione di alberi in centro come condizione per tornare a dirigere alla Scala? Così la delegazione dei contrari alla Via d'Acqua hanno portato cartelli emblematici. Si leggeva: "Sala e Pisapia, ascoltate anche la musica dei cittadini", "Pisapia cambia musica, cambia il canale", ma soprattutto "Sì ai 90mila alberi di Abbado, no ai 90 milioni per il canale di Expo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sì agli alberi di Abbado, no al canale di Expo": manifestazione in piazza Scala

MilanoToday è in caricamento