Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Strada Statale 33 del Sempione

Expo non finisce mai: il 1 maggio concerto della Scala e spettacolo dell’albero della vita

L'annuncio di Maroni all'inaugurazione della XXI Triennale: "Il 1 maggio concerto della Scala, con riaccensione simbolica dell'albero della vita". E proprio la Triennale rianimerà il Cardo

Lo show si terrà il 1 maggio - Foto repertorio

Sarà una sorta di antipasto per preparare il sito e gli spettatori in vista delle mostre, che ci saranno - anche se a budget ridotto. Una sorta di test per verificare se il sogno è possibile. E, perché no, una vero e proprio party per festeggiare il primo anno di vita. 

Il 1 maggio prossimo, e la voce circolava già da tempo, l’area di Expo tornerà ad aprire i cancelli ai propri ospiti. La promessa è di Roberto Maroni, da sempre molto impegnato su questo progetto, che venerdì - all’inaugurazione della XXI Triennale di Milano - ha assicurato: “Abbiamo un piano di riapertura dell’area di Expo. Il 1 maggio organizzeremo un concerto della Scala, con la riaccensione simbolica dell’albero della vita, a cui poi seguiranno altre iniziative fino al Post Expo” e fino a quando il sito di Rho non comincerà a trasformarsi nel campus della Statale e nel mega parco verde che prenderanno il posto dei Padiglioni

Toccherà proprio alla Triennale, nonostante i cambi di budget e le polemiche, accompagnare Expo verso il proprio futuro. Dal 25 maggio al 25 ottobre e dal venerdì alla domenica, due padiglioni alla fine del Cardo - un tempo occupati dalla Coop e dall’auditorium - riprenderanno vita grazie alle sei mostre in cui si articola il progetto “City after the city” e grazie all’orto planetario con la coltivazione di cento aiuole in un mega giardino all’aperto. 

“Come Regione investiamo in modo convinto nella cultura - ha evidenziato il governatore Roberto Maroni all’inaugurazione della Triennale -. Lo facciamo con iniziative destinate sia a valorizzare che sostenere le nostre bellezze, sia ad attrarre visitatori che possano vedere e ammirare i nostri straordinari luoghi della cultura, anche attraverso percorsi turistici. Sono iniziative che stanno dando grandi risultati, cito ad esempio l'Abbonamento Musei Lombardia, che comprende anche le visite alle varie sedi espositive della Triennale e anche la recente nuova legge regionale del Fondo unico per la cultura, finalizzata a poter disporre meglio delle risorse e indirizzarle dove meglio servono". 

"Questa iniziativa - ha continuato Maroni - arriva dopo il grande successo di Expo, che anche in questa occasione è bene ricordare, e va in continuità con Expo una eredità che vogliamo mantenere. Infine come Regione, proprio per lasciare una testimonianza dell'Esposizione universale, abbiamo raccolto delle testimonianze fotografiche, realizzate da sei fotografi, un racconto per immagini di questo straordinario evento, che resterà così nel tempo. A questo proposito - ha concluso Maroni - ringrazio tutti coloro che, insieme alla Regione, hanno contribuito al successo di Expo: il Governo, il Comune di Milano, il commissario straordinario Giuseppe Sala".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo non finisce mai: il 1 maggio concerto della Scala e spettacolo dell’albero della vita

MilanoToday è in caricamento