Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Uccise una ragazza di 19 anni che lo rifiutò: confermato l'ergastolo per l'ex tranviere Atm

Alessandro Garlaschi è stato condannato all'ergastolo dalla corte di cassazione

Alessandro Garlaschi e Jessica Faoro

La corte di Cassazione ha confermato l'ergastolo per Alessandro Garlaschi, il killer di Jessica Faoro. I giudici della suprema corte hanno confermato il massimo della pena per l'ex tranviere Atm che il 7 febbraio del 2018, dopo un approccio sessuale respinto nel salotto della sua abitazione di via Brioschi, uccise con 85 coltellate la 19enne e cercò di bruciare il suo corpo.

L'omicidio

Jessica era madre di una bambina di tre anni che era stata data in adozione. La giovane aveva vissuto per anni in alcune comunità alloggio per minori, dove aveva anche conosciuto il suo fidanzato, ma a febbraio 2018 non aveva dove dormire e aveva conosciuto il tranviere, che aveva proposto di ospitarla in cambio di alcune faccende domestiche.

L'omicidio si è consumato dopo una avances respinta: l'uomo aveva ucciso la 19enne con 85 coltellate. Successivamente, nel panico e aveva, cercato di bruciare il cadavere, tentato di tagliarsi i polsi e, infine, gettato il coltello nei bidoni della pattumiera.

La denuncia di Jesisca

Qualche giorno prima di essere uccisa, la notte tra il 31 gennaio e il 1 febbraio, Jessica Faoro aveva richiesto l'intervento dei carabinieri perché la aiutassero a recuperare i suoi effetti personali a casa di Garlaschi. La 19enne aveva raccontato di volere lasciare la casa perché quella sera, mentre riposava, lui le aveva "accarezzato il braccio spaventandola". Nei giorni successivi, però, era tornata a vivere nell'appartamento del tranviere, dove poi era stato anche rinvenuto un biglietto ritenuto di Garlaschi: "Ciao bimba sai che tvb. E ci tengo un casino a te!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise una ragazza di 19 anni che lo rifiutò: confermato l'ergastolo per l'ex tranviere Atm

MilanoToday è in caricamento