rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Parabiago / Via Milano

Violenza sessuale, condanna ridotta per ex comandante carabinieri Parabiago

Assolto da 4 casi su 15. L'indagine partì con la denuncia di una polacca 19enne

E' stata ridotta in Appello la pena per l'ex comandante dei carabinieri di Parabiago, Massimo Gatto, accusato di violenza sessuale e concussione da quindici donne che lo hanno conosciuto in caserma vuoi perché controllate vuoi perché dovevano sporgere una denuncia. In primo grado l'uomo era stato condannato a vent'anni di reclusione, mentre ora la condanna è scesa a 16 anni e un mese escludendo le aggravanti dell'abuso di potere e dell'avere approfittato di circostanze che impedivano alle vittime di difendersi. Il pm aveva chiesto la conferma della condanna di primo grado.

La prima denuncia a carico di Gatto venne da una ragazza polacca di 19 anni, trattenuta per 48 ore nella camera di sicurezza dopo essere stata arrestata per il furto di due consolle per videogiochi. Successe tra il 15 e il 16 gennaio 2011: la ragazza accusò il maresciallo di averla palpeggiata con la scusa di perquisirla e poi portata nei bagni della caserma per violentarla più volte. La ragazza, subito rimessa in libertà dopo avere patteggiato la pena, è corsa a denunciare il maresciallo alla polizia ferroviaria. Il suo racconto era stato ritenuto immediatamente credibile, perché una persona normalmente trattenuta in cella di sicurezza non avrebbe potuto descrivere accuratamente tutti i luoghi della caserma di Parabiago in cui sosteneva di essere stata condotta.

La diminuzione di pena è dovuta anche al fatto che l'imputato è stato assolto da un caso di concussione e da 4 dei 15 casi di violenza sessuale che gli erano stati contestati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale, condanna ridotta per ex comandante carabinieri Parabiago

MilanoToday è in caricamento