Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Condanna dimezzata per l'ex assessore regionale alla casa Domenico Zambetti

Lo ha deciso la corte d'Appello di Milano. In primo grado era stato condannato a 14 anni

Domenico Zambetti

Condanna "dimezzata" per Domenico Zambetti. La corte d'Appello di Milano ha inflitto sette anni e sei mesi di reclusione — contro 13 e sei mesi decisi in primo grado — per l'ex assessore regionale alla casa, imputato nel processo sulle presunte infiltrazione della 'ndrangheta in Lombardia, dove era accusato di aver comprato voti alla 'ndrangheta in occasione delle elezioni al Pirellone del 2010. Non è stata accolta la richiesta del sostituto pg Galileo Proietto che aveva chiesto la conferma della condanna.

Non solo. I giudici hanno ridotto a 8 anni anche la pena di Ciro Simone e a 6 quella di Ambrogio Crespi, fratello dell'ex sondaggista di Berlusconi. Mentre è stato condannato a 4 anni e 4 mesi Eugenio Costantino, in continuazione con una precedente condanna, per un totale di 15 anni e 5 mesi.

L'accusa, inoltre, aveva chiesto anche di confermare le pene per Ciro Simone, condannalo a 11 mesi per la presunta contiguità alle cosche, e per Ambrogio Crespi, condannato a 12 anni in primo grado perché avrebbe aiutato a raccogliere i voti "comprati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condanna dimezzata per l'ex assessore regionale alla casa Domenico Zambetti

MilanoToday è in caricamento