rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Rubò ovuli a una giovane infermiera: condannato a 6 anni ginecologo Antinori

La condanna in cassazione conferma la colpevolezza del medico

Condanna definitiva per Severino Antinori, il noto ginecologo e pioniere della fecondazione assistita, accusato del furto di ovuli ai danni un'infermiera spagnola avvenuto nella clinica Matris di Milano nell'aprile del 2016. La Corte di Cassazione ha stabilito per il medico la condanna a 6 anni e 6 mesi di carcere, riducendo la pena inflitta in appello (7 anni e 10 mesi).

Il ginecologo è stato giudicato colpevole di aver prelevato i gameti all'infermiera, allora 23enne, che aveva poi denunciato di essere stata immobilizzata, sedata e costretta a subire l'intervento contro la sua volontà.

All'epoca la vittima aveva  aiuto anche alla clinica Mangiagalli, dove aveva spiegato per filo e per segno quanto le era accaduto. I carabinieri del Nas si recarono alla clinica di via dei Gracchi e trovarono i sei embrioni, destinati a essere impiantati a pazienti di Antinori.

Antinori, al momento in libertà, è stato invece assolto dalle accuse di rapina del cellulare della vittima e estorsione ai danni di una coppia di clienti della clinica. La clinica Matris, teatro della triste vicenda, era stata posta sotto sequestro fino alla sentenza definitiva.

Nel caso il procuratore generale dovesse disporre per il medico - oggi 75enne - la carcerazione, i suoi legali Carlo Taormina, Tommaso Pietrocarlo e Gabriele Maria Vitiello chiederanno i domiciliari. A luglio 2018 a essere condannata, a un anno e otto mesi (pena sospesa), era stata anche la segretaria del dottore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubò ovuli a una giovane infermiera: condannato a 6 anni ginecologo Antinori

MilanoToday è in caricamento