Cronaca

Umberto Bossi ha ripreso conoscenza ed è vigile

Il senatür si è svegliato. La prognosi però rimane riservata

Umberto Bossi sta meglio. Si è svegliato ed è vigile. Lo hanno annunciato i medici dell'ospedale Circolo di Varese, dove il senatür è ricoverato dal 14 febbraio, dopo che a causa di un malore nella sua casa di Gemonio, nel Varesotto, sarebbe caduto sbattendo la testa a terra con violenza.

"Umberto Bossi sta manifestando continui e costanti segni di miglioramento - ha affermato il direttore dell'ospedale - in particolare da ieri ha ripreso coscienza, la prognosi rimane riservata". Soccorso dagli equipaggi di un'ambulanza e un elicottero del 118, il 77enne era stato trasportato e poi intubato all'ospedale Circolo di Varese la sera di San Valentino.

Fontana sullo stato di salute di Umberto Bossi: video 

Cause del malore

Inizialmente l'ipotesi è che il politico avesse avuto un ictus - che già lo aveva colpito nel lontano 2004 -, ma in tarda serata dalla Lega di Milano erano filtrate notizie che parlavano di cause meno gravi. "Umberto Bossi é stato sottoposto ad angiotac al cervello, i referti segnalano che non vi è presenza di emorragia - avevano fatto sapere dal Carroccio meneghino -. Valori ematochemici bassi che potrebbero aver scatenato una crisi epilettica. Muove il braccio destro, cauto ottimismo". 

Messaggi di solidarietà 

Moltissimi erano stati i messaggi di solidarietà arrivati per il senatür dal mondo politico. Il primo a schierarsi al suo fianco era stato Roberto Maroni, amico e compagno di tante battaglie. "Coraggio vecchio leone - aveva scritto l'ex presidente della Lombardia -, siamo tutti con te", prima di postare una foto di loro due insieme con l'hashtag "maimulà". A fare i loro auguri all'amico per una pronta guarigione anche Roberto Calderoli, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umberto Bossi ha ripreso conoscenza ed è vigile

MilanoToday è in caricamento