Cronaca

Omar Confalonieri prosciolto per due stupri: "Le vittime hanno denunciato tardi"

Ribaltata la sentenza di primo grado per l'ex agente immobiliare (già condannato anche per un altro stupro) e la moglie

Querela tardiva: per questo motivo Omar Confalonieri è stato prosciolto in appello a Milano per due stupri, martedì 9 luglio. L'uomo, insieme alla moglie, era accusato di violenza sessuale aggravata per due episodi che risalirebbero al 2012 e al 2015, per i quali la coppia era già stata condannata in primo grado (a 6 anni lui, a 4 anni, 5 mesi e 10 giorni lei). La procura generale aveva sottolineato, nella requisitoria, che la denuncia da parte delle vittime era arrivata troppo tardi. 

Per l'episodio del 2015, la coppia era accusata di avere somministrato sostanze narcotiche a una donna che, all'epoca, aveva 39 anni, costringendola a subire atti sessuali in uno stato di "incapacità", spogliandola e facendole indossare una gonna, per poi palpeggiarla in parti intime con un lubrificante. La sentenza, prosciogliendo la coppia, ha anche revocato la provvisionale di 20mila euro per una delle presunte vittime e il risarcimento da stabilire in sede civile per entrambe.

Confalonieri è già stato condannato a 4 anni e 4 mesi per avere drogato una coppia di clienti e violentato la donna, mentre era agente immobiliare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omar Confalonieri prosciolto per due stupri: "Le vittime hanno denunciato tardi"
MilanoToday è in caricamento